]..."In un panorama nel quale i soggetti sono disseminati in comunità diverse per lingua, storia e cultura, l'esigenza della traduzione si manifesta nello spazio pubblico"...[

sabato 21 marzo 2009

Milena - Milocca solo andata



Un esempio urbanistico da non "congelare" ma da valorizzare:
il comune di "Milena è caratterizzato da una struttura urbanistica del tutto particolare, ossia è priva di quella centralità che contraddistingue quasi tutti gli altri Comuni e questo è dovuto alle modalità del processo di formazione dell’abitato. Le terre dei feudi di Milocca, venivano date a “censo”, ossia in affitto, ed a causa della notevole distanza con i Comuni vicini, le genti, non potendo spostarsi, vi costruivano delle modeste abitazioni, ora lungo le regie trazzere ora vicino alle sorgenti d’acqua, e lì si trasferivano. Da qui la nascita delle “robbe” (circa sessanta) ossia piccoli nuclei abitativi posti sia a distanza ravvicinata sia a notevole distanza l’uno dall’altro, e ciascuno di essi corrispondeva, nella stragrande maggioranza dei casi, ad un gruppo parentale ed il nome della robba derivava dal cognome o dalla “’ngiuria” (soprannome) della famiglia.
Tali nuclei familiari, come detto, provenivano dai Comuni limitrofi ai feudi ed in particolare da Sutera, Campofranco, Montedoro, Grotte, Racalmuto ed altri ancora, e ciò si percepiva pure dalla situazione linguistica milocchese che era contrassegnata da una estrema variabilità fonetica".

EVENTI RILEVANTI [Robba Rock]
"Il “Robba Rock” è una festa popolare itinerante diretta alla riscoperta urbanistico-architettonica delle Robbe, quali elementi caratterizzanti la storia della vita sociale “milocchese”, e alla riappropriazione di questi spazi, visti come luogo di aggregazione popolare e momento di incontro e confronto di idee. Le prime tre edizioni hanno avuto come scenario le piazze di “Robba Bonfiglio”, il 27 Agosto 2006, “Robba Cardiddu”, il 22 Agosto 2007, e “Robba Cassenti”, il 13 Agosto 2008, riuscendo ad accogliere in questi luoghi, ormai caratterizzati dalla quasi scomparsa del tessuto sociale, un’affluenza considerevole coinvolgendo oltre la popolazione locale anche quella dei paesi del Vallone. L’attenzione che spinge l’Associazione a realizzare questa manifestazione muove dalla profonda esigenza di momenti culturali aggregativi realizzati con musica dal vivo, arte di strada, estemporanee di pittura, giocoleria e tutto accompagnato dalla degustazione di prodotti tipici enogastronomici."

Associazione promotrice LABORATORIO ERBATINTA



2 commenti:

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
la ficudinia in periferia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.