]..."In un panorama nel quale i soggetti sono disseminati in comunità diverse per lingua, storia e cultura, l'esigenza della traduzione si manifesta nello spazio pubblico"...[

martedì 15 settembre 2009

...] Una società critica [...
[ Piani regolatori e forma urbis ]
di Danilo Stentella (Indagini n. 82/2003)
"La tradizione europea che vuole la città come luogo diabolico della dannazione e del peccato, del comando e dello sviluppo, è, in Europa, antichissima. La questione era stata posta con vigore, nella prima metà del XII secolo da Bernardo di Chiaravalle, il quale sostenne che la città pone traguardi materiali e intellettuali che inducono a dimenticare che il soggiorno dell'uomo sulla terra è solo un passaggio, e addirittura suggeriscono comportamenti fatali. In seguito un neo malthusianesimo diffuso e ingiustificato ha sostenuto l'idea della concentrazione come promotrice delle possibilità offerte dalle tecniche costruttive e dalla scienza....[continua la lattura]
www.centrostudimalfatti.org

Nessun commento: