]..."In un panorama nel quale i soggetti sono disseminati in comunità diverse per lingua, storia e cultura, l'esigenza della traduzione si manifesta nello spazio pubblico"...[

sabato 20 luglio 2013

[ Un bel vaso per Polìvo ]

Questa è la mini storia di Polìvo, un'organismo vegetale che visse più di 6.000 anni. Come tutti sanno l'organismo vegetale, non vede, non sente e non parla. In tutte le storie raccontate piace descrivere sempre i grandi scenari che stanno sullo sfondo della storia, metà della loro poesia stà, almeno credo, nell'immaginario di fondo. L'ambientazione di questa mini-storia è una grande forensta dell'Asia occidentale di circa seimila anni fa.
[ L'organismo vegetale si diffuse in tutta l'area mediterranea, dove il suo culto fu consacrato da tutte le religioni. Tutti i remagi, i re, i duchi e contro-duchi di tutto il mondo andavano a pregare davanti a Polìvo. Fin dai tempi remoti Polìvo fu considerato un simbolo trascendente di spiritualità e sacralità. Era considerato un grande segno di fertilità e rinascita, "simbolo di resistenza alle ingiurie del tempo e delle guerre, simbolo di pace e valore, Polìvo rappresentava nella mitologia, come nella religione, un elemento naturale di forza e di purificazione". Un bel giorno di sole .. venne la guerra tra gli uomini e si incazzarono a tal punto che per altri 8.000 anni rimaserò nello stesso stato. Tale fu' la distruzione nel mondo che l'unica traccia di Polìvo la ritrovarono sparsa in mille pezzi. Un giorno un uomo di grande "pirito" e spiritualità lo trovò!! Contento dell'accaduto gli venne in mente di metterlo in un bel GIGANTE VASO per esporlo, come da grande EXPO, davanti all'agorà del Ventunesimo Secolo. Ninete più venerazioni, frutti, fruttini, fertilità e remagi pieni di regali per Polìvo. Questa è la fine della tiste storia. Oggi Polìvo è vivo è vegeto nel suo bel VASO e viene coltivato per essere rivenduto a prezzi SECOLARI. Polìvo ancora oggi rivendica i suoi 6.000 anni di storia, ma non avendo la dote dalla parola non potrà mai ribellarsi al suo destino. Verrà un giorno dove gli uomini saranno ancora più incazzati per veder finalmente rinascere un organismo vegetale come Polìvo nel suo paesaggio naturale, vivendo così felice e contento. ]   Arch. G.L. Mendola

1 commento:

Anonimo ha detto...

E che cosa facciamo senza il vostro meraviglioso idea
bethanysn bb4arg48